La Fattoria Marawi

BACKGROUND

La fattoria MARAWI è  una nuova realtà agricola che Lufelade sta iniziando a Maldeco, un villaggio 25 chilometri a nord sulla strada che da Mangochi porta a Monkey Bay, in Malawi. La fattoria si svilupperà su un terreno privato che appartiene a colei che sarà la direttrice della fattoria, Kumvana Magasa con la quale Lufelade ha già preso accordi per ottenere l’usufrutto esclusivo del terreno. Per una gestione trasparente del progetto dal punto di vista fiscale e legale, Lufelade ha avviato le pratiche per la registrazione di un Trust, Lufelade Trust, in Malawi. La fattoria inizierà presto a produrre verdure e frutta varia destinata al mercato locale. Con il tempo intendiamo introdurre la produzione di funghi e l’allevamento dei polli. Lo scopo è quello di far funzionare la fattoria in modo che si possa autofinanziare.  Come le Marawi, che in lingua locale intendono i riflessi del sole che tramonta sul lago, letteralmente “Lingue di Fuoco”, tutte le attività della fattoria vogliono illuminare la comunità locale con un nuovo progetto vivo, vincente e sostenibile.


IL PROGETTO
La nuova entusiasmante avventura che la fattoria Marawi vuole intraprendere riguarda tuttavia il frutto del baobab. In Malawi ci sono tantissime foreste di baobab destinate a morire per far spazio all’agricoltura o alla pastorizia. Ma se si trova il modo sostenibile di sfruttarle, le foreste possono rimanere in vita e rappresentare una fonte di ricchiezza per le comunità locali. Motivata dal successo che molte altre organizzazioni stanno ottenendo con i loro progetti in Africa, Lufelade vuole sposare l’intento di alleviare la povertà sviluppando un industria che sia vincente dal punto di vista economico, eticamente sostenibile e diretta a proteggere la biodiversità del territorio.
Il progetto prevede che la fattoria Marawi coinvolga le comunità locali nella raccolta del frutto del babobab che verrebbe poi processato in fattoria per ottenere un olio e una polvere destinati al mercato locale e internazionale. Intense e accurate ricerche hanno infatti dimostrato che la polvere e l’olio di baobab hanno adatte e raffinate proprietà che li rendono estremamente appetibili per l’industria alimentare e quella cosmetica. Le due anime del baobab, 2b, al servizio delle comunità locali.

IL FRUTTO DEL BAOBAB
Il baobab è un albero estremamente grande e longevo, molto presente in tutta la zona africana della Rift Valley. Dopo la fioritura produce un frutto di forma ovale che ha un guscio legnoso ricoperto da uno strato vellutato di colore giallognolo. All’interno ci sono i semi, una polvere e tante fibre. Il frutto viene raccolto tra Febbraio e Maggio.



IL PROCESSO
La fattoria Marawi gestirà l’intero processo di estrazione dei prodotti destinati al mercato locale e internazionale. Tale processo prevede:
1) raccolta del frutto del babobab
2) suddivisione del contenuto del frutto, semi e polpa
3) raffinazione della polpa
4) estrazione a freddo dell’olio dai semi
5) ricerca del mercato alimentare e cosmetico interessato
6) confezionamento pronto per la distribuzione
Le comunità locali verranno coinvolte nella prima fase di raccolta mentre le altre fasi verrano realizzate all’interno della fattoria dai suoi dipendendi.



I BENEFICI LEGATI AL PROGETTO BAOBAB
Questa nuova avventura di Lufelade ha davvero un grande potenziale.
Il progetto Baobab ha insite una serie di caratteristiche di straordinario impatto sociale e ambientale a catena.
Riuscire a dare un valore economico al frutto del baobab significa infatti costruire un sistema di entrate per le comunità locali che si sentiranno motivate a preservare le risorse naturali e il loro territorio; lo sfruttamento sostenibile del territorio permette di proteggerne la biodiversità; la protezione della biodiversità impedisce lo sdaricamento dalle proprie tradizioni.

LE FASI DEL PROGETTO

Per il completamento del progetto baobab abbiamo valutato circa 2 anni. Nell’arco di questo tempo si spalmano gli investimenti sotto indicati nell’ordine presentati:
1) registrazione presso l’Agenzia delle Entrate locale del Trust che si occuperà della gestione della fattoria. Le pratiche sono state già avviate. Costo previsto circa € 500.
2) avviamento della fattoria Marawi con una prima serra che possa aiutare a coprire i costi di gestione. Costo previsto circa € € 1.200.
3) capannone di 10 x 5 metri già in fase di costruzione. La struttura sarà suddivisa in tre sezioni: una destinata alla produzione, una destinata al confezionamento e vendita, una per l’ufficio amministrativo. Investimento di circa € 4.000 già fatto.
4) macchinario per la pressatura a freddo dei semi del baobab per l’estrazione dell’olio. Per questa quarta fase abbiamo richiesto delle quotazioni e siamo pronti ad investire tra i € 5.000 e i € 7.000.
5) confezioni per la distribuzione. Questa quinta fase deve ancora essere del tutto sviluppata ma riteniamo saranno necessari circa € 2.000 per acquisire bottiglie, sacchetti ed etichette in quantità utile per cercare di rientrare dell’investimento del macchinario (è una previsione molto approssimativa che Lufelade si impegna ad accertare quanto prima).
6) ottenimento dei certificati che il mercato richiede al prodotto finito. Per questa quarta fase Lufelade ha già contattato la Phyto Trade Africa che si occupa proprio di supportare progetti come questo per tutto quello che concerne la commercializzazione. Per l’iscrizione e le certificazioni saranno necessari circa € 500.
7) copertura dei costi di gestione per il primo anno di vita della fattoria (elettricità, benzina e stipendi per quattro dipendenti). Costo previsto circa € 4.300
8) camioncino per supportare la logistica e la distribuzione dell’intera produzione della fattoria. Costo previsto ad oggi € 12.000.
9) installazione di un impianto solare che possa supportare tutti i consumi della fattoria dal punto di vista dell’approvvigionamento energetico. Quest’ultima fase prevede un investimento consistente che però conferirebbe al progetto un valore incomparabile dal punto di vista della sostenibilità ambientale, sposa ideale per quella sociale di cui il progetto si fa portavoce. Costo stimato ad oggi € 65.000.
Il costo complessivo del progetto si aggira dunque a € 96.500.

L’APPELLO DI LUFELADE

Lufelade è una piccola Associazione che ha al momento una grande idea ma non sufficienti fondi per realizzarla. Siamo pronti ed abbiamo già investito quello che abbiamo per iniziare il progetto baobab nella fattoria Marawi. Ma il nostro sforzo non basta. Abbiamo bisogno dell’aito di tutti voi, appassionati, esperti, volontari del settore solidale.
Se credete nel valore di questa idea, aiutateci a realizzare anche solo una delle diverse fasi presentate.
Contattateci via mail su Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Grazie di cuore a tutti!